menu

Open data, Intelligenza Artificiale e IoT: il manifesto della città del futuro

Versione PDF [SCARICA]

Open data, Intelligenza Artificiale e IoT:  il manifesto della città del futuro 

Apre la call di Connected City, il programma promosso da Talent Garden per selezionare i migliori progetti per la realizzazione di una nuova mobilità cittadina  con 150mila euro di investimenti

Ospite speciale: Reid Hoffman, Co-founder and executive chairman of LinkedIn con un talk dal titolo “È possibile costruire il futuro della città come una start up?”         

 

Torino, 6 giugno 2018Talent Garden, la più grande piattaforma in Europa di networking e formazione per l’innovazione digitale, ha dato il via oggi a Torino alla prima edizione di Connected City, il programma nazionale di open innovation che ha lo scopo di identificare e sperimentare nuovi progetti d’impatto per lo sviluppo di servizi per i cittadini basati su dati e tecnologie. Oggi più che mai è necessario riconoscere a mettere a fattor comune progetti in grado di migliorare e semplificare la vita del cittadino mettendo allo stesso tavolo aziende, istituzioni e innovatori. Talent Garden, come promotore di Connected City, coinvolge grandi aziende come Iren, Links Foundation, MINI, Reale Mutua, Siemens, Ferrovie dello Stato Italiane e Digital Magics, che contribuiscono allo sviluppo dei progetti mettendo a disposizione 150mila euro di investimenti ma soprattutto dataset, API e un processo di mentorship per i migliori progetti.

L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio della Commissione Europea e delle istituzioni del territorio, Camera di Commercio di Torino, Agenzia della Mobilità Piemontese, Università di Torino, Città di Torino e Regione Piemonte, quest’ultimi due tra i primi in Italia a rendere accessibili i dati a loro disposizione.

Tema della prima edizione 2018: la Mobilità

L’apertura del programma Connected City è avvenuta con una giornata all’insegna della visione e condivisione, durante la quale oltre 400 protagonisti della città tra istituzioni, aziende e innovatori, si sono riuniti attorno ai tavoli di lavoro dando vita ad un’esperienza di co-design, raccogliendo pensieri e priorità per la definizione di un nuovo “Manifesto” condiviso delle città connesse. In un tempo in cui il concetto di smart cities deve necessariamente evolvere, diventa fondamentale l’incontro tra l’ecosistema dell’innovazione e i talenti in un’ottica di condivisione dei dati ma soprattutto delle competenze. Le parole chiave di questa rivoluzione sono legate sia alla cultura digitale che alle tecnologie emergenti che daranno una nuova forma alla mobilità del futuro: maggiore accesso ai dati, Intelligenza Artificiale, IoT, sostenibilità, connettività real-time e coesistenza uomo-macchina.

Ospite speciale di questa giornata di apertura è stato Reid Hoffman, Co-founder and executive chairman of LinkedIn con un talk condotto da Marco Zatterin, Vice Direttore de La Stampa, dal titolo: “È possibile costruire il futuro della città come una startup? La lezione degli imprenditori per la città”. Il visionario imprenditore ha evidenziato come l’innovazione possa svolgere un ruolo chiave nello sviluppo competitivo e sostenibile delle città e come le istituzioni debbano fare leva sulle startup per promuovere questo processo: “Quando si crea una startup – ha dichiarato dal palco Hoffman – si deve considerare che questa non è composte da “macchine da management”, ma bisogna fare uno sforzo per individuare i punti di forza individuali e sfruttarli al massimo, metterli nelle condizioni favorevoli perché fioriscano, come è stato fatto nella Silicon Valley. Si tratta di puro Talent-Management. Per fare questo, serve studiare a lungo le compagnie e gli ecosistemi. Lo stesso vale anche per le città. Dobbiamo domandarci: “Come gestisco i miei talenti? Come gestisco le mie opportunità per il futuro?”. Saremo obbligati a farlo, in un modo o nell’altro. Se no staremo semplicemente posticipando il problema. Si tratta di adattarsi al futuro. Ancora oggi non percepiamo questo fattore come urgente, ma lo diventerà certamente entro i prossimi dieci anni.”

Hanno inoltre presentato sul palco la loro visione di città del futuro: Raffaele Mauro, Managing Director Endeavor Italy, Giovanni de Niederhäusern Group CEO Carlo Ratti Associati, Leandro Agrò Digital Products Director Design Group Italia, Enzo Veiluva IT Security Manager CSI Piemonte, Robert Andres Chief Strategy Officer Eurotech, Cristina Pozzi Founder & CEO Impactscool, e Suzanne Newmann Community Manager Startup Sesame.

Connected City 2018 è un programma di lavoro che avrà una durata annuale (6 mesi di selezione dei migliori progetti + 6 mesi di sperimentazione). Dopo l’evento di apertura saranno tre le fasi principali su cui svilupperà:

CALL 4 PROJECTS – 7 GIUGNO 2018 / 6 DICEMBRE 2018

Startup, team e anche aziende provenienti da tutto il mondo potranno candidarsi alla Call4Projects, una piattaforma web dedicata per la raccolta e gestione dei progetti  (connectedcity.talentgarden.org). In contemporanea un tour di eventi organizzati con i partner del programma aiuteranno a comprendere meglio i differenti topic e challenge, facilitando la generazione di nuove idee.

SELEZIONE DEI PROGETTI

La selezione è suddivisa in 3 diverse fasi: i partner e gli stakeholder voteranno e selezioneranno i 15 progetti migliori, che prenderanno parte all’evento di  dicembre, dove tra questi verranno scelte le 5 idee finaliste con il maggior potenziale di crescita, fattibilità e impatto sulla città, che avranno quindi accesso alla fase di sperimentazione. In fase di selezione il main partner Digital Magics selezionerà un progetto che avrà accesso a un percorso di incubazione con un investimento del valore di 100mila euro, in aggiunta ai 50 mila euro erogati dagli altri partner per la sperimentazione dei progetti.

SPERIMENTAZIONE

I partner, che supporteranno la fase di prototipazione, sceglieranno per ogni singolo progetto un “campione” interno che dovrà guidare un piccolo team operativo in grado di portare avanti la sperimentazione dei nuovi scenari progettuali. I progetti selezionati avranno accesso a dataset e API messi a disposizione da tutti i partner di Connected City in esclusiva.                              

                                                          

Talent Garden è la piattaforma leader in Europa per il networking e la formazione nell’ambito dell’innovazione digitale. Nata nel 2011 a Brescia, ha l’obiettivo di favorire la crescita di imprenditori, professionisti e aziende di tutte le dimensioni, dalle piccole e medie realtà alle grandi Corporate attraverso la condivisione di spazi, realizzazione di attività di formazione e programmi di networking. Un modello che si è rapidamente esteso in Europa e che oggi ha portato la società ad essere presente in 18 città e 8 Paesi europei diventando leader europeo del suo settore. Questo anche grazie all’entrata nel capitale sociale, due anni fa, di TIP – Tamburi Investment Partners e da alcune importanti famiglie di imprenditori del network TIP.

Contatti

Giulia Tognù, Communication Manager, Talent Garden

giulia.tognu@talentgarden.it +39 3938487372

Angèlia Comunicazione

Simona Vecchies, Ilaria Trapuzzano, Ufficio Stampa Talent Garden tag@angelia.it

+39 335 1245190

+39 391 7662150

Versione PDF [SCARICA]
WordPress Lightbox Plugin